Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+ Seguici tramite mail

Per alcune aree tematiche cliccare sulle immagini.

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 8 tag foto 9 tag foto 10 tag foto 10

giovedì 10 novembre 2016

Poesia e disegno inediti di Tommaso D'Incalci.

Continua la serie dei post dedicati alla poesia e all'arte di Tommaso D'Incalci con il commento di Gian Maria Zavattaro.
SOLO UN'ALBA
Onde d'archi c'invitano a salpare
su questa piccola zattera
che il mondo non può contenere
Come viso segnato, graffiato,
la sottile ostia d'oro anche oggi
ci chiama al banchetto della vita
In una nuvola di tango
evaporiamo
siamo come buon vino,
lasciato a decantare


Tommaso D'Incalci, 
Illustrazione per la poesia 
Solo un'alba
Commento di Gian Maria Zavattaro.
Sono ricorrenti non a caso nelle poesie di D'Incalci i temi dell’alba e della notte: a volte contrastanti dimensioni dell’anima e mondi diversi ed opposti, altre volte in continuità (nel “continuum” dell’ambivalenza umana). Due volti, due aspetti della vita di ognuno di noi,  intrisa di momenti e tempi di luci e di ombre,  di tormenti così tenebrosi da essere mortali e di attese e speranze che vincono ogni finitudine…  Già il titolo “solo un’alba” mi pare chiave emblematica che ognuno di noi legge, decifra, seleziona proiettando e rivelando i propri vissuti lievi e profondi e spesso inconsapevoli. Mi limito perciò a commentare il titolo, per non scoprirmi più del necessario e lasciare ad ogni lettore la sua  parola: “solo” (avverbio) come solamente, perché basta soltanto un’alba  a riconciliarci con la vita, “a salpare su questa piccola zattera che il mondo non può contenere”; “solo” (aggettivo) come la mia, la tua, la nostra solitudine che raccoglie l’invito delle “onde d’archi”, musica rasserenante di una marina estiva, ad osare l’ignoto come l’Ulisse dantesco; “solo un'alba” che richiama per associazione il sole, “la sottile ostia d’oro” che  si rivolge non all'io, ma al noi (è più volte ripetuta la prima persona plurale) e ci sprona alla gioia della vita insieme, ci fa intravedere un possibile  “banchetto della vita”, una comunione più profonda, anelante  al trascendente  che traluce nel simbolico disegno che accompagna la poesia. 

Per leggere le poesie di Tommaso D'Incalci cliccare sui seguenti link:
L'orma del giorno
La voce del mattino  
 

9 commenti:

  1. "Quanto manca, sentinella, all'alba"?
    Subito questo mi è venuto in mente leggendo il tuo post, GianMaria!!
    E come un guizzo tutti i momenti... in cui l'alba è arrivata, desiderata e attesa... Finalmente" l'ostia d'oro " mi incoraggia a momenti di comunione gioiosa e vitale...
    Sarà ancora notte... Ma io sarò sempre " sentinella "
    Grazie per questi momenti che tu e Rossana mi regalate. Un caro saluto.

    RispondiElimina
  2. "Quanto manca, sentinella, all'alba"?
    Subito questo mi è venuto in mente leggendo il tuo post, GianMaria!!
    E come un guizzo tutti i momenti... in cui l'alba è arrivata, desiderata e attesa... Finalmente" l'ostia d'oro " mi incoraggia a momenti di comunione gioiosa e vitale...
    Sarà ancora notte... Ma io sarò sempre " sentinella "
    Grazie per questi momenti che tu e Rossana mi regalate. Un caro saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rossana Rolando12 novembre 2016 13:41

      Interessante questa associazione: l’alba assume il significato di “nuovi cieli e nuove terre” - di giustizia e di pace - tutte ancora da costruire e da venire… Ciao nele, grazie per essere con noi. Buona domenica.

      Elimina
  3. Continua l'esplorazione de l'universo poetico (poesia e disegno) di T. D'Incalci e Gian Maria usa tutta la sua sensibilità spirituale e la sua maestria nel commento, disvelandoci messaggi, metafore e simboli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rossana Rolando12 novembre 2016 13:43

      Grazie di cuore Rosario. Buona domenica da parte mia e di Gian Maria.

      Elimina
  4. Teresa Massaccesi11 novembre 2016 12:59


    Un invito ad essere sereni....capaci di accettare il tempo " Dell' alba " ..un tempo non di ore ma di momenti che la vita ci dona....
    Una poesia romantica in un certo senso..... un canto umano e molto filiale al Creatore ..... e intanto l' anima danza.....
    Il disegno ....pero' ....esprime astrattezza ..... che tutto svanisce ....
    I poeti non sanno che spesso fanno aprire gli occhi a chi li legge e ci portano a migliorare....
    I fiori sanno vivere.
    [img]https://lh3.googleusercontent.com/-5GNiqdfpjIY/WCTk6a2roYI/AAAAAAAAPhE/GWiYKsw_s5MwB2_t0hfuKEYRGCs7qZXTgCL0B/w402-h535-no/gplus1189949309.jpg[/img]

    RispondiElimina
  5. Teresa Massaccesi11 novembre 2016 17:05


    Potremmo entrare nel pensiero del poeta anche con il canto......" One day at time " .....
    ...." Lord help me today....
    ......show me the way................

    ....show me the stairway....
    .....I' m only human .....
    .....show me the way.....

    ....One day at time.....
    .....that' all I' m asking of you...
    ....just give me the strength.....

    La musica sia amica....compagna inseparabile della poesia.....
    La musica rafforza e armonizza i pensieri .....generalmente ..

    RispondiElimina
  6. Rossana Rolando12 novembre 2016 13:46

    Grazie per i bellissimi - poetici, musicali, delicati - commenti. Buona domenica.

    RispondiElimina
  7. Grazie! Buona serata e buon fine settimana.

    RispondiElimina