Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+ Seguici tramite mail

Per alcune aree tematiche cliccare sulle immagini.

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 8 tag foto 9 tag foto 10 tag foto 10

domenica 2 marzo 2014

Il nuovo.




... che cos'è il nuovo?... 
come identificarlo?...dove cercarlo?...

... forse dentro di noi, 
forse l'accorgersi è il nuovo ...
... forse stupirsi è il nuovo ...
Nuovo è
(soggettivamente …)
… lo stupore di sapersi vivi
… la sorpresa di un incontro
… lo sguardo che guarda come se fosse la prima volta
… il pensiero che non avevamo mai davvero pensato

Nuovo è
(oggettivamente ….)
… quel vecchio ciliegio che rimette i fiori
… quel poeta antichissimo che mi emoziona
… quella logora parola di cui improvvisamente  capisco il senso
… quel cielo che non avevo mai visto così azzurro

Nuovo è
(eticamente …)
chi …
… sa ricominciare
… sa perdonare
… sa reinnamorarsi
… sa immaginarsi diverso da come è

Nuovo è
(politicamente) …
chi …
… non cerca di piacere, ma di comunicare
… è realista senza smettere di sognare
… è vecchio di età e di esperienza, senza esser cinico
… è giovane nel cuore e nella mente

Può non essere nuovo:
… il giornale appena uscito
… la canzone di Sanremo
… l’ultima moda
… l’ultimo libro
… quello che viene dopo

... la luce è nuova ...
... la libertà è nuova ...
... la semplicità è nuova ...
... il cielo è nuovo ...
... la vita è sempre nuova ...



Chi desidera intervenire può consultare il post del 22/10/13 oppure semplicemente andare qui sotto su "commenta come", nel menù a tendina selezionare "nome/URL", inserire solo nome e cognome e cliccare su continua. Quindi può scrivere il proprio contributo sul quale rimarrà il suo nome ed eventualmente, se lo ritiene opportuno, può lasciare la sua mail.  

2 commenti:

  1. Franco Tindiglia19 marzo 2014 17:53

    L'amico Gian Maria del quale mi pregio essere amico, pone sempre interrogativi di elevato livello filosofico." Prepara la terra, getta il seme e osserva i risultati". Proverò a entrare in tema: E' palesemente nuovo, tutto ciò che ignoriamo. In verità, tanto. ;
    ...nuovo- è il fenomeno della vita: il perpetuarsi di un ciclo evolutivo vecchio come il mondo;
    ... nuovo -quel che abbiamo sempre avuto sotto gli occhi e mai guardato;
    ...nuovo- aprire gli occhi a un nuovo giorno e viverlo come fosse il primo. "Non un giorno in più di ieri";
    ...nuovo -guardare il nostro prossimo in modo diverso: magari con più tolleranza, fargli sapere che esiste;
    ...nuovo-" l'amore" inteso come sentimento universale che abbraccia tutti i popoli indistintamente da:razza, religione, appartenenza politica, sociale ecc.;
    ...nuovo- inventarsi ogni giorno, un nuovo giorno;
    ...nuovo-cominciare a parlare con i giovani, dei giovani, dargli speranze ma anche certezze. Dargli un nuovo avvenire. Dar loro la dignità che meritano.
    ...nuovo-scoprire l'esistenza di persone di grande dignità , umanità e altruismo che si impegnano ad aiutare il prossimo, senza chiedere nulla.
    Credo di averne conosciuta una. E' un onore.
    Un abbraccio.
    Franco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho conosciuto l’amico Franco e la Sua cara consorte in una stanza d’ospedale, dove eravamo vicini di letto e condividevamo le ambasce di un’obbligata degenza. Si era nuovi l’un l’altro, essendo “palesemente nuovo tutto ciò che ignoriamo”. E così in quei giorni, e dopo ancora, più o meno consapevolmente, abbiamo insieme riscoperto il “nuovo”, senza grossi paroloni, condividendo osservazioni e pensieri i più svariati, aprendoci al nostro passato e al nostro possibile futuro, vivendo insieme (e commentando!) le scansioni rituali della giornata d’ospedale (la sveglia mattutina per i controlli e le cure rituali, il via vai delle infermiere, le pulizie, le terapie riabilitative, i pasti che non voglio commentare, le visite parentali …): il nuovo del “fenomeno della vita”, “quel che abbiamo sempre avuto sotto gli occhi e mai guardato”, cercando di “aprire gli occhi a un nuovo giorno e viverlo come fosse il primo” e “inventarsi ogni giorno un nuovo giorno”, “guardare il nostro prossimo in modo diverso”, “l’amore inteso come sentimento universale che abbraccia tutti”, e “scoprire l’esistenza di persone di grande dignità, umanità e altruismo”. Anch’io in quei giorni ne ho conosciuta una ed ho capito che il “nuovo” è proprio nel non perdere e sprecare l’occasione di incontri significativi e irripetibili, senza alcun’altra pretesa. Un abbraccio.

      Elimina