Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+ Seguici tramite mail

Per alcune aree tematiche cliccare sulle immagini.

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 8 tag foto 9 tag foto 10 tag foto 10

venerdì 22 novembre 2013

Su provocazione di Giorgia. Video.




... mettendo in discussione ciò che siamo... 
Paul Klee, Testa di uomo.
Il video è stato condiviso su facebok qualche giorno fa da Giorgia Corridori, che dall'Australia ce lo ha fatto conoscere. L'abbiamo trovato   davvero impressionante, "intenso e interessante", come scrive Giorgia. Sono tanti i premi ed i riconoscimenti internazionali che ha avuto. Ma soprattutto ciò che ci ha stimolato a condividerlo a nostra volta su questo blog è l'amara fotografia  di una vita quotidiana imprigionata in una paralizzante incomunicabilità tra le persone o, forse peggio,  in una stratificata e  gerarchizzata prassi comunicativa che trasforma gli altri in oggetti strumentali e che si distende in progressive  consolidate abitudini e rituali compulsivi, che non sono altro che rapporti neppur tanto mascherati di dominanza-sottomissione .... Non condivido il pessimismo di fondo, non credo che i  rapporti sociali, familiari e professionali, siano dominati da un inconsapevole sadomaoschismo, anzi! Sappiamo quanto sia diffuso - magari silente e nascosto, e quindi invisibile - il gesto abituale del dono che non richiede reciprocità.  Ma solo dalla consapevolezza e dalla messa in discussione di ciò che siamo e dei rischi che corriamo  nascono e crescono speranza ed azioni di cambiamento.

Si consiglia di mettere in pausa la musica del blog prima di avviare il video.






Chi desidera intervenire può consultare il post del 22/10/13 oppure semplicemente andare qui sotto su "commenta come", nel menù a tendina selezionare "nome/URL", inserire solo nome e cognome e cliccare su continua. Quindi può scrivere il proprio contributo sul quale rimarrà il suo nome ed eventualmente, se lo ritiene opportuno, può lasciare la sua mail.

Nessun commento:

Posta un commento