Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+ Seguici tramite mail

Per alcune aree tematiche cliccare sulle immagini.

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 8 tag foto 9 tag foto 10 tag foto 10

martedì 31 dicembre 2013

Buon anno con il Manoscritto di Baltimora. Video.


Le feste di Natale,
ormai prossime a finire ....
(Prima edizione di Charles Dickens,
Canto di Natale, 1843)
Le feste di Natale si stanno esaurendo con Capodanno e l'Epifania, che tutte le feste porta via...
Un bilancio? Noi visibili abbiamo festeggiato, ben poco gli invisibili; per nulla gli invisibili ancor più  invisibili.



Un bilancio?
(E. Scrooge parla al fantasma di Marley,
che lo ammonisce ...
Illustrazione di John Leech)

Il Natale visibile.
La messa di mezzanotte, gli auguri, i  brindisi sul sagrato  a vin brulé, il calore della compagnia di  persone per bene e poi  della famiglia  e degli amici, nel pranzo festoso in casa o  in qualche ristorante che vale la pena… Chissà: forse anche qualche riflessione sull'Emmanuele e sulla luce che i pastori vedono e noi non so... E poi le luminarie, le musichette e magari gli zampognari, internet per tutti  o la TV,  due passi lungo la marina o nel centro storico  e le sere largo  ai giovani,  a conquistare le notti.

 
Il Natale invisibile.
Il pranzo dei poveri o degli impoveriti, con qualche sorriso  se il pranzo è offerto e gestito da S. Egidio o dalla Caritas: il sorriso  dei volontari,  di accoglienza e fraternità; un giorno in meno di solitudine ed uno in più di tenerezze.



Gli invisibili ....
(L'ignoranza e la miseria ...
Illustrazione di John Leech)

Il Natale ancora più invisibile.
La solitudine dei malati soli negli ospedali, dei carcerati, delle persone abbandonate a se stesse, le  disperazioni nascoste tra le famiglie disastrate, gli  indebitati, gli  esodati,  i falliti,  i disoccupati, i  marginali  di ogni categoria produttiva, i giovani arrabbiati …  E nel mondo le guerre e la fame che mieteranno anche nei giorni natalizi le loro vittime …

A tutti un  BUON ANNO: 365 giorni gioiosi e sereni, con qualche inquietudine esistenziale...
Ad ognuno di noi  l’augurio tratto  dal “Manoscritto di Baltimora”. 

Si consiglia di mettere in pausa  la musica del blog prima di avviare il video.
 
video

“… Afferma la verità con calma e chiarezza e ascolta gli altri: anche i noiosi e  gli incolti hanno una storia da raccontare …

Sii te stesso. Soprattutto non fingere negli affetti. Non ostentare cinismo verso l’amore, perché pur di fronte a qualsiasi delusione e aridità, esso resta sempre come il sempreverde…

Coltiva la forza dello spirito per difenderti nelle sciagure improvvise, ma non tormentarti con l’immaginazione. Molte paure nascono dalla stanchezza e dalla solitudine...

Tu sei figlio dell’universo non meno degli alberi e delle stelle ed hai pieno diritto di esistere.

Sta’ in pace con Dio, qualunque sia la concezione che hai di Lui. E quali che siano i tuoi affanni e aspirazioni, nella chiassosa confusione dell’esistenza, mantieniti in pace con il tuo spirito...

Nonostante i suoi inganni, travagli e sogni infranti, questo è pur sempre un mondo meraviglioso. Sii prudente. Sforzati di essere felice”.

Chi desidera intervenire può consultare il post del 22/10/13 oppure semplicemente andare qui sotto su "commenta come", nel menù a tendina selezionare "nome/URL", inserire solo nome e cognome e cliccare su continua. Quindi può scrivere il proprio contributo sul quale rimarrà il suo nome ed eventualmente, se lo ritiene opportuno, può lasciare la sua mail.



Nessun commento:

Posta un commento