Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+ Seguici tramite mail

Per alcune aree tematiche cliccare sulle immagini.

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 8 tag foto 9 tag foto 10 tag foto 10

domenica 29 settembre 2013

La realtà della vita non è la sensazione.


Per chi lo desideri rimandiamo alla pagina (link laterale) di approfondimento biografico: "Settanta anni fa moriva Simone Weil".

Provare tutto ... il mito della velocità.
Mario Guido dal Monte, Il motociclista, 1927.

“La tua lettera mi ha costernata. Se insisti a porti  come obiettivo principale della tua adolescenza il conoscere tutte le possibili sensazioni – anche se alla tua età, come stato d’animo passeggero, ciò può essere un obiettivo normale – non farai molta strada.

Ti preferivo quando volevi prendere contatto con la vita reale.


 Non fermarsi alla superficie della realtà. Escher, Profondità, 1955.



Forse credi che sia la stessa cosa; in realtà, è esattamente il contrario. C’è gente che vive solo di sensazioni e per le sensazioni. In realtà, la vita l’inganna.  E siccome confusamente lo sentono, cadono  in una tristezza profonda dove non resta loro altra risorsa che quella di stordirsi e ancora stordirsi. 




Vivere di sensazioni ...
Pippo Rizzo, Donna che fuma, 1920.

La realtà della vita non è infatti la sensazione: è l’attività, e intendo dire l’attività del pensiero e dell’azione.”

(Simone  Weil,  1909–1943, filosofa, mistica e scrittrice francese)

Nessun commento:

Posta un commento